La fibromialgia è una malattia complessa e dai sintomi spesso invalidanti. La caratterizzano i dolori osteoarticolari diffusi, stanchezza cronica, affaticamento muscolare e crampi. Inoltre, in molti casi, si soffre di insonnia e di alterazione della sensibilità. Pazienti gravi presentano anche un’eccessiva percezione degli stimoli e un calo dei livelli di serotonina che portano ad ansia e depressione.

Per troppo tempo, tuttavia, la sindrome fibromialgica è stata diagnosticata come un disturbo psichico e come tale curata con terapie farmacologiche a base di antidepressivi.

Grazie alla ricerca e a nuovi studi in questo campo, si è potuto rilevare l’esistenza di fattori autoimmuni alla base di questa patologia cronica.

Esistevano già prima alcune evidenze che lasciavano ipotizzare che si trattasse di una malattia con aspetti di tipo autoimmuni.

Ricerca e Studi
Durante una ricerca coordinata dal prof. Claudio Lunardi, del Dipartimento di Medicina dell’Università di Verona, e dal prof. Antonio Puccetti, del Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Università di Genova, sono stati analizzati più di 540 mila genomi noti, in modo da ottenere una mappatura completa delle alterazioni presenti. Si è osservata un’aumentata espressione dei geni legati alla percezione del dolore e alla componente emozionale.

Si tratta di una sindrome complessa che produce alterazioni del sistema nervoso oltre a coinvolgere vari organi e apparati.

Ha anche un impatto notevole nel mondo del lavoro in quanto la fibromialgia è tra le prime cause di assenteismo. Colpisce, in media il 10% della popolazione mondiale.

Al momento la terapia si basa soprattutto su antidolorifici e fisioterapia riabilitativa. Dopo tale scoperta c’è chi pensa che si potrebbe prendere in considerazione il trattamento con farmaci steroidei e con immunosoppressori, proprio come si fa con le malattie autoimmuni sistemiche.

Come può aiutarmi Nutrycell in caso di Fibromialgia?

Nutrycell è un coadiuvante nel trattamento della Fibromialgia: aiuta ad alleviare i dolori e stare meglio, permettendo al paziente di svolgere le normali attività quotidiane serenamente. Moltissimi uomini e donne lo stanno già usando quotidianamente, essendone molto soddisfatti e vedendo, sul proprio corpo, gli effetti benefici del prodotto.

Ogni flacone Nutrycell è da 30 ml, a base di Lithothamnium Calcareum e Selenio, con acqua marina depurata e aceto di riso. Non contenendo glutine né lieviti può essere assunto da tutti, e non presenta effetti collaterali o controindicazioni.

Siamo a tua disposizione per tutte le informazioni che desideri e per una consulenza GRATUITA: chiamaci allo 0110202686 o inviaci un’e-mail a info@avessece.com.

In questo video sono elencati alcuni dei suoi numerosi benefici


Le indicazioni riportate non costituiscono elenco esaustivo.