Nei paesi occidentali si stima che circa il 25% delle persone soffra di una patologia di natura allergica: esse possono interessare differenti apparati e manifestarsi con vari livelli di gravità.  

Tra le più diffuse esiste la pollinosi, una reazione allergica che si manifesta con cadenza stagionale in soggetti ipersensibili a pollini di specifiche erbe, fiori ed alberi. È importante conoscere bene la pollinazione delle singole piante perché ti permette di prevenire e gestire al meglio la singola allergia.  

Le allergia al polline si possono suddividere principalmente in tre periodi: 

  • Precoci o pre-primaverili causata da piante arboree come Cupressaceae (Cipresso), Betulaceae (Ontano), Corylaceae (Nocciolo).  
  • Primaverili o primaverili-estive dovute a sensibilizzazioni delle Graminaceae, Parietaria, Oleaceae (Ulivo). 
  • Estivo-autunnali, più rare, dovute alle Compositae e all’ Ambrosia. 

I pollini anemofili (aerotrasportati) sono considerati i principali allergeni in quanto vengono diffusi nell’atmosfera circostante e, a causa delle loro minuscole dimensioni, possono essere facilmente inalati.  

Principali piante allergeniche

Lo sviluppo del polline, caratteristico di ogni singola pianta, è anche influenzato dal clima e dalla vegetazione nelle diverse aree territoriali. I pollini sono presenti quasi durante tutto l’arco dell’anno ma il periodo in cui si concentrano maggiormente i sintomi di allergia sono tra la primavera e l’estate, in particolare nei mesi di aprile, maggio e giugno. 

È importante identificare e conoscere i pollini verso cui si è sensibilizzati perché questo permette di gestire al meglio la propria allergia. Per questo motivo esistono i calendari pollinici che consentono di farsi un’idea generale sulla concentrazione di determinati pollini allergenici nei relativi periodi stagionali.

Vediamo qui di seguito alcune tra le piante più diffuse:  

  • Nocciolo: largamente diffuso in tutta Italia è uno dei primi alberi a fiorire infatti il periodo di pollinazione può iniziare da fine dicembre ed arrivare all’inizio di marzo.  
  • CipressoDiffuso soprattutto nelle regioni dell’Italia settentrionale e centrale, è una specie che si adatta a vivere anche su terreni molto poveri. Il periodo del polline è compreso tra febbraio e maggio.  
  • Graminacee: La famiglia comprende piane erbacee. Considerando il grande numero di specie la fioritura è distribuita per un periodo molto lungo che va dalla fine di febbraio ad ottobre. 
  • Parietaria: Comunemente presente nell’Europa centroccidentale, a seconda della latitudine la fioritura può avvenire anche durante l’intero anno.  
  • Ulivo: La sua distribuzione si identifica con il bacino del mediterraneo e la sua fioritura si sviluppa da metà aprile a fine maggio. 
  • Ambrosia: L’ambrosia è diffusa dal nord verso il centrosud. La fioritura inizia in agosto e si prolunga fino ad ottobre. 

Sintomi, Cure e Nurtycell come alleato 

Le allergie stagionali vengono diagnosticate dal medico attraverso una valutazione generale dei sintomi e delle circostanze in cui si manifestano. A seguito di questo primo check, il paziente potrà sottoporsi ai vari prick test cutanei che confermeranno o smentiranno la diagnosi e permetteranno di identificare lo specifico allergene.  

I tipici sintomi dell’allergia stagionale possono essere: prurito diffuso, congiuntivite ed occhi pruriginosi, rinite, respiro sibilante, starnuti e, nei casi più gravi, asma con tosse difficoltà di respiro e broncospasmo. 

La terapia dell’allergia prevede l’uso di farmaci come antistaminici per la rinite e la congiuntivite, broncodilatatori per l’asma e cortisonici.  

Nutrycell, potente integratore alimentare al 100% naturale, può in questi casi offrire un forte potenziamento energetico grazie ai benefici che produce su tutto l’organismo. 

Può essere un valido aiuto se il soggetto presenta problematiche respiratorie perché, grazie alle sue molteplici proprietà, permette un miglioramento globale della funzione respiratoria e un abbassamento della capacità ossidante totale del plasma. 

NUTRYCELL permette al corpo di funzionare in modo pulito ed efficiente dando come risultato un maggior livello energetico nel tempo. Inoltre ha un potenziale biologico antiossidante decine di volte superiore a quello del plasma umano (in particolare contro i perossidi). Grazie alla sua composizione: 78 minerali in traccia tra cui Ferro, Calcio, Magnesio, Silicio, Vitamina B e molti altri è una fonte naturale di ossigeno per l’organismo. La sua assunzione supporta il corretto funzionamento di ogni singola cellula del cuore, dei muscoli, delle ossa, del cervello, del fegato e della pelle. 

 

Per una consulenza GRATUITA su come NUTRYCELL ti può aiutare inviaci un’e-mail a info@avessence.com o contattaci sulla nostra pagina Facebook: http://facebook.com/Avessence.